Unconventional Xmas

La Vigilia di Natale è uno dei giorni dell’anno che preferisco in assoluto. E’ un po’ come un “sabato” speciale, il giorno che più gradisco della settimana, perché è il giorno dell’attesa. Giacomo Leopardi diceva che la felicità risiede nell’attesa, e io sono assolutamente di questo avviso!
Meglio la Vigilia rispetto al giorno di Natale. Oggi siamo in trepidazione, attendiamo con ansia di spacchettare i doni che amici e parenti ci hanno regalato, scriviamo gli ultimi pensieri su bigliettini che magari abbiamo confezionato con le nostre mani, pensiamo ai tanti progetti futuri… E oggi, finalmente, posso dedicarmi alla decorazione della mia tavola. Questo è quello che davvero mi rende felice, le cose semplici, una tavola ben curata con piccoli dettagli e un semplice ma elegante allestimento.

A dire la verità, sto progettando la tavola natalizia da diverso tempo, tanto è vero che un pomeriggio ho chiamato Ilaria, cara amica e bravissima fotografa, pregandola di venire a fare qualche scatto (la lampadina nella mia testa si era accesa!). Così in un’oretta abbiamo allestito il set con piatti, bicchieri, timbrini, nastri, biscottini… ed ecco che la tavola stava iniziando a prendere forma.
Se siete fotografe, sappiatelo: meglio starmi alla larga ;-). 
Abbiamo iniziato a lavorare senza sosta, calibrando la posizione di ogni oggetto al millimetro, posizionando le letterine stampate su blocchetti di legno una sopra l’altra fino a comporre parole, frasi e pensieri. Abbiamo riso e scherzato, mangiando biscottini (almeno io!) come se non ci fosse un domani! Ilaria, poi, ha sfoderato la sua macchina fotografica dando vita e anima agli oggetti con i suoi scatti.

Oggi ripropongo, per il cenone della Vigilia, esattamente lo stesso identica allestimento. Posizionerò un semplice ma prezioso runner in puro bisso di lino colore burro al centro della tavola che sarà “unconventional” proprio per il suo essere apparentemente scomposta e disordinata. Opterò per una mise en place a zig-zag, quindi i miei ospiti non saranno seduti uno di fronte all’altro. Una formula  meno formale e più originale, dato che, come tradizione della mia famiglia vuole, il Natale è un momento da condividere con i propri cari, all’insegna dell’amore e non dell’etichetta!
Coltello a destra e forchette a sinistra, Galateo docet. Il tovagliolo verrà posizionato al centro del piatto; un piccolo tronchetto di legno unitamente a una tag di carta craft, su cui scriverò le iniziali dei miei ospiti, fungeranno da segnaposto. Spago e decorazioni rigate rosse, immancabili le candele e i vassoi in tronco di legno grezzo.
I biscottini di pan di zenzero verranno posizionati come decorazione sulla tavola, durante tutta la durata del Cenone. Il loro colore marrone scuro e la glassa bianca si abbinano perfettamente al bianco/burro della tovaglia e al rosso del nastro di cotone.
L’idea “innovativa” di quest’anno sarà il block-notes. Uno per ogni ospite. Lo posizionerò a lato della mise en place unitamente al pennino. Ci divertiremo in famiglia a sperimentare le tecniche della bella scrittura, ma soprattutto ci divertiremo a scrivere dolci pensieri che rimarranno sempre nei nostri cuori.
Potrete trovare questo servizio sulle riviste Ville&Casali e Cotto e Mangiato del mese di Dicembre. Un ringraziamento speciale ad Ilaria Corticelli, amica e fotografa davvero eccezionale, e a Roberta Mascheroni, giornalista ed esperta di Galateo, per aver scelto “il mio Natale” a corredo di un suo articolo.
Auguro a tutti voi uno splendido Natale, ricco di gioia e momenti speciali da condividere in famiglia. Buona Vigilia!
Location | TintaLab, Milano Corso Magenta 66
Styling | Valentina Crosetto per TintaCorda
Condividi:

2 responses to “Unconventional Xmas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *