Quale riso utilizzare?

Quando ho iniziato il mio percorso di “educazione in cucina” uno degli aspetti che mi ha incuriosita maggiormente, e sul quale tutt’ora cerco di documentarmi al meglio, è senza dubbio il conoscere gli alimenti e capire come utilizzarli nella preparazione dei piatti. Non sono una cuoca esperta, amo però le cose ben fatte e mi piace capire il perché un ingrediente sia meglio rispetto ad uno che potrebbe essere simile ma non uguale.

dafe93b250379d901d42d663fc0c3f60

Ecco qual è il primo aspetto che ho appreso in cucina: ingredienti simili ma non uguali, come il riso. Esistono davvero molte tipologie di riso e ognuna ha un suo utilizzo preciso. Molto spesso, quando cerco una ricetta a base di questo ingrediente, mi capita di trovare informazioni imprecise sulla tipologia da utilizzare e tutte le volte mi riprometto di segnare sul quaderno delle ricette i vari risi e i loro impieghi. Fare un riso mantecato utilizzando il Parabolied rovinerebbe completamente la ricetta!

Ecco allora quelli che sembrerebbero essere gli utilizzi migliori del riso, a seconda del piatto che dovrete preparare.

  • Risotti mantecati: Vialone nano e Carnaroli
  • Risotti asciutti: Arborio e Baldo
  • Minestre e zuppe: Arborio e Ribe
  • Insalata di riso: Arborio, Roma o Ribe
  • Sformati, arancini, timballi: Vialone nano, Lido, Italico
  • Dolci: Balilla, Cripito e Originario
  • Cottura a vapore: Basmati
  • Pesce: Venere (riso nero)
  • Cottura in forno: Patna (riso thai)

E voi? Che tipo di riso utilizzate per le vostre ricette del cuore?

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *