Oggi siamo sul “Il Cittadino” di Monza!

E’ sempre un piacere leggere belle parole che ti riguardano! Questa mattina fare colazione leggendo il giornale che parla di te è stato bellissimo!

 
Grazie a Rosella Redaelli per questo articolo.
Vi riporto l’articolo:
 
Un temporary shop nel periodo natalizio e commercio on line tutto l’anno. Il prodotto è artigianale, ma sceglie strade nuove per farsi conoscere ed apprezzare. Stiamo parlando di “Tintacorda”, marchio creato da Valentina Crosetto, origini milanesi, monzese per amore. Una laurea in architettura e una passione per l’arredo e l’interior design Valentina ha iniziato a fare ricerca tra stoffe, materiali, oggetti in legno. «Arredavo case e non trovavo mai nulla che mi convincesse fino in fondo-spiega- così ho deciso di produrre personalmente ciò di cui avevo bisogno».
Ecco allora stoffe 100% italiane in puro lino, colori tenui, prevalentemente naturali (il corda su tutti, ma anche salvia, lavanda, cipria). Poi una linea completa per il bagno con spugne e inserti in stoffa, oggettistica per la casa, bomboniere disegnate ad hoc per ogni cliente. Due anni fa l’idea di aprire il primo temporary shop a Monza, in via Volta, tra novembre e dicembre: quarantacinque giorni a ridosso delle feste natalizie quando la voglia di rendere più bella la propria casa è al massimo. È andata talmente bene che “Tintacorda” ha deciso di replicare con un nuovo temporary l’anno scorso, sempre nello stesso periodo, ma in uno spazio più grande in via Donizetti, zona parco. «La scelta di evitare le vie del centro può sembrare controcorrente -spiega Valentina- ma il nostro prodotto è di nicchia e l’ obiettivo è farci conoscere nei quartieri residenziali, dove vive la clientela a cui ci rivolgiamo». Qualche numero? Nei 45 giorni di “negozio a tempo” Tintacorda ha raccolto 6 mila nuovi contatti e potenziali clienti che oggi ricevono regolarmente una newsletter con le ultimi novità e le promozioni.
«Oramai contiamo su un indirizzario di 25 mila contatti e diverse clienti che ci hanno conosciuto nel temporary sono poi tornate a fare acquisti online». Il sito (www.tintacorda.it) è una vetrina aperta sul mondo e permette una diffusione non solo locale: «È quasi completata anche la versione in inglese, ma abbiamo già ordini dall’estero in particolare Francia, Inghilterra, Grecia sono i paesi che apprezzano di più il prodotto artigianale italiano e la qualità dei tessuti d’arredo». Poi c’è la Russia che è un caso a parte: solo sette clienti, ma, evidentemente, con un buon portafoglio perché da soli rappresentano una bella fetta del fatturato. Le idee di Tintacorda nascono nel laboratorio artigianale di via Matteo da Campione 11,aperto ora tutte le mattine. È un luogo dove le clienti possono toccare con mano i prodotti, vedere le macchine da cucire in funzione, realizzare le proprie idee. Il futuro? «Ancora un temporary a Natale a Monza con tanti oggetti per la casa e non solo- anticipa Valentina- poi un negozio a tempo anche a Milano da settembre a dicembre in Corso Magenta e la ricerca di uno spazio per un negozio permanente, sempre in una zona residenziale milanese».
Condividi: