Mauritius: 10 cose da vedere

Quando viaggio mi piace immaginarmi non solo come una reporter ma soprattutto come una piccola guida tascabile che voi possiate tirare fuori all’occorrenza. Difficilmente entrerò in tasca ma spero almeno di entrarvi nel cuore! 

Mauritius: cosa vedere

Il mio viaggio a Mauritius – a proposito, si tratta di un’isola, una e una sola, e non di un arcipelago come comunemente si pensa – è stato a dir poco sorprendente. E’ l’isola delle meraviglie nel blu dell’Oceano Indiano, con panorami mozzafiato, barriere coralline, candide baie che offrono paesaggi da cartolina, riserve naturali patrimonio dell’Unesco ed eleganti Resort che garantiscono esclusività e discrezione.

Ma non solo…

Mauritius: cosa vedere

QUANDO ANDARE A MAURITIUS?

Le stagioni sono invertite rispetto all’Europa perché l’isola si trova nell’emisfero australe quindi l’estate va da novembre ad aprile, mentre l’inverno da maggio a ottobre. La temperatura scende difficilmente sotto i 25 gradi in Inverno e, dalle mie mille domande fatte alla qualunque, posso affermare che i mesi migliori per visitarla sono Novembre, Dicembre, Aprile e Maggio.

L’estate, in cui il giorno dura dalle 5.30 alle 19.00 –  da novembre ad aprile – è il periodo migliore per le immersioni subacquee e per la pesca d’altura. L’inverno, dove invece il giorno dura dalle 6.45 alle 17.45 – da maggio a ottobre – è caratterizzato da temperature più fresche e venti più forti che tendono a soffiare sull’isola da est e sud-est, è la stagione migliore per il surf.

Mauritius: cosa vedere

COME ARRIVARE A MAURITIUS?

Con 10 ore di volo da Roma oppure 11 da Milano si raggiunge questo paradiso terrestre. Da Roma partono voli diretti 3 volte a settimana con la compagnia Alitalia. Una volta sul posto avrete un fuso orario di 3 ore in avanti rispetto all’Italia, o 2 durante il periodo di ora legale.

Sull’isola gli spostamenti possono avvenire con i mezzi pubblici, i taxi oppure noleggiando un’auto o uno scooter. Se scegliete il taxi, ricordatevi di trattare sul prezzo prima di salire a bordo. Per girare liberamente per l’isola il modo migliore è quello di noleggiare un’auto e saper guidare tenendo la sinistra.

Diversamente, come ho fatto io, è possibile affidarsi al tour operator più importante dell’isola: Mautourco. Si può prendere una macchina con autista per la giornata intera e programmare l’itinerario secondo le proprie esigenze, oppure aderire a tour con guida organizzati.

Mauritius: 10 cose da vedere

COSA VEDERE?

1. PORT LOUIS

Situata sulla costa nordoccidentale e fondata nel 1735 dal pioniere francese Bertrand-François Mahé de La Bourdonnais, Port Louis è la capitale di Mauritius. Si tratta di una vivace città cosmopolita, ricca di siti storico-culturali e di attrazioni uniche come Champ de Mars, il più antico ippodromo dell’emisfero australe. Da non perdere il Mercato Centrale, l’anima autentica dell’isola, Le Caudan Waterfront, il lungomare brulicante di vita e il Museo di Storia Naturale, per conoscere la storia del Dodo.

Mauritius: cosa vedere

Mauritius: cosa vedere

2. GIARDINO DI PAMPLEMOUSSES

E’ un giardino botanico unico al mondo: il luogo dei sogni di tutti gli appassionati del verde, dove trovare una grande collezione di piante autoctone, tra cui le ninfee giganti Victoria Amazonica e numerose specie di palme come quella Talipot; la leggenda vuole che fiorisca solo una volta ogni 50 anni e poi muoia. Nel 1735 il governatore francese Sir Mahè de Labourdonnais fece creare un bellissimo giardino destinato ad essere un’appendice alla sua residenza. Negli anni ha subito molte trasformazioni e preso il nome di Sir Seewoosagur Ramgoolam Botanical Gardens, in onore del più importante primo ministro di Mauritius. Ad oggi vi sono presenti più di 500 specie vegetali diverse.

Il mio consiglio è quello di prendere una guida esperta (potete affidarvi sempre a Mautourco) che vi mostrerà i pezzi forti, come lo stagno delle ninfee giganti, l’albero della gomma, le molte varietà di palme e tante altre specie curiose. Affidatevi all’istinto e fatevi guidare dall’olfatto per gironzolare senza meta per i viali di questo paradiso botanico godendovi l’aria densa di profumi.

Mauritius: cosa vedere

3. CHAMAREL

Tutte le sfumature del sottosuolo di le trovate nella regione di Chamarel. È per questo che il luogo prende il nome di “La Terra dei 7 colori”, un fenomeno geologico di origine vulcanica dove sabbie di sette colori diversi – marrone, ocra, nero, rosso, beige, giallo, grigio – si sono intrecciate formando una struttura caratteristica che ha raggiunto fama mondiale. Andateci al mattino quando i colori sono più visibili e poi fate una sosta alla distilleria di rum.

Mauritius: cosa vedere

4. SCOPRIRE I MISTERI DELLA RELIGIONE INDUISTA

A Mauritius convivono pacificamente molte religioni: troverete moschee, chiese cattoliche, templi induisti e Tamil. In particolare, quello che affascina della religione Tamil sono i templi, veri e propri capolavori. Un’esplosione di colori e sculture. È impossibile non notarli e vale la pena fermarsi a guardarli da vicino per rimanere esterrefatti davanti alle espressioni di alcune divinità. Il cuore della religione induista, invece, è il lago sacro Grand Bassin, sormontato da un’enorme statua del Dio Shiva. Questo luogo rappresenta per i fedeli una meta di pellegrinaggio durante la festa Maha Shivaratri e un luogo di culto per pregare e chiedere grazie agli Dei.

Mauritius: cosa vedere

5. PURIFICARSI AL GANGA TALAO

La leggenda narra che quando Shiva passò su Mauritius restò così affascinato da commuoversi per la sua bellezza e le sue lacrime caddero formando questo grande lago. Ecco perché il Ganga Talao – anche chiamato Grand Bassin – è considerato il Gange mauriziano, il luogo più sacro per gli Indù fuori dall’India. A marzo, per la festa della purificazione Shivratri, i pellegrini arrivano da tutta l’isola per bagnarsi nelle sue acque e per tutto l’anno pregano portando in dono frutta, incenso e candele e chiedendo la benedizione al sacerdote che custodisce il tempio.

Mauritius: cosa vedere

Mauritius: cosa vedere

6. COMPRARE E DEGUSTARE TE’ 

Quelli al cocco e alla vaniglia sono i più diffusi e pregiati dell’isola. Per vedere come vengono prodotti si va a Bois Chéri, la prima piantagione di Mauritius dove c’è anche l’omonima fabbrica. Dopo averla visitata si passa al museo, e si fa una piccola degustazione nella terrazza dello chalet affacciata sulle piantagioni. Al mercato di Port Louis vi segnalo il banchetto di Jay Mootoosamy che vende i suoi tè anche attraverso il web.

Mauritius cosa vedere tintacorda valentina crosetto

7. CASA COLONIALE

Eureka è l’unica rimasta intatta tra le case coloniali dell’isola. Di proprietà di una famiglia di coloni francesi che arrivarono a Mauritius verso la fine dell’800, è stata convertita in museo negli anni ’80, quando l’ultimo dei 109 eredi tornò in Europa. Resta una delle testimonianze principali dello schiavismo a Mauritius.

Mauritius: cosa vedere

8. CASCATE di BLACK RIVER GORGES 

Un vero spettacolo della natura, sono nell’omonimo parco: un’area protetta di 68 chilometri quadrati. L’acqua fa salti da decine di metri circondata da fiori e piante di una foresta con i colori delle fiabe, e tante specie animali tutelate. Dalle scimmie ai cervi e cinghiali.

Mauritius: cosa vedere

Mauritius: cosa vedere

9. NUOTARE CON I DELFINI

A meno che non siate dei campioni olimpici portate con voi delle pinne perché stare dietro ai delfini non è affatto semplice. Questi simpatici animali che amano nuotare velocemente, saltare e giocare non temono l’uomo, anzi, ne sono incuriositi e avvicinarli non sarà difficile. Preparatevi ad una sveglia prima dell’alba perché sono animali molto mattinieri, ma ne varrà la pena perché nella zona di Tamarin se ne possono vedere branchi davvero numerosi. Se non siete nuotatori abili non disperate: anche dalla barca potrete godere del loro giocoso spettacolo, caratterizzato da un continuo via vai di pinne che appaiono e scompaiono nel mare, salti e schizzi d’acqua.

Mauritius: cosa vedere

10. UN TUFFO NEL MARE

Godetevi il sole, la spiaggia e le acque dell’oceano indiano, ma non fermatevi alla spiaggia che troverete danti all’albergo. Ogni angolo della costa di Mauritius può regalare meravigliose sorprese. Prendete un catamarano fino a Iliot Gabriel o un motoscafo per l’isola dei cervi, oppure andate verso nord per scoprire le calette intorno a Grand Baie, senza dimenticare una puntatina sul lato occidentale verso la Riviere Noir e la penisola di Le Morne dove si staglia lo scoglio più fotografato di tutta Mauritius.

Mauritius: cosa vedere

Percorrere l’isola di Mauritius, conosciuta come “la perla dell’oceano”, significa anche sentire la calda ospitalità della sua gente e provare le delizie gastronomiche dei tre continenti che confluiscono in un unico spazio.

Mauritius: poche parole a buon intenditore. Se mille volte vi siete chiesti se ne vale la pena e altre mille non vi siete convinti del tutto, penso di avere la soluzione ai vostri dubbi: sì, partite.


Mauritius | Sponsored by Beachcomber Resorts & Hotels | #beachcomberexperience | Cerca #valeinafrica e #sorridiallavita su Instagram per scoprire le mie avventure di viaggio.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *