Gnocchi di patate

Non c’è cosa più vera dell’ammettere che la vita di ognuno di noi si sviluppa a fasi alterne. Se dovessimo rappresentarla attraverso un disegno, sicuramente la mia sarebbe una grande parabola a scendere e salire. Non mi riferisco solamente ai canonici momenti brutti alternati a quelli felici, ma ne faccio un discorso molto più generale. La vita è fasica, nelle sue mille sfaccettature, nei suoi infiniti aspetti e nelle sue pieghe più profonde. Le mie passioni seguono lo stesso principio.

Fasi in cui mi sento fotografa, fasi da donna, mamma, moglie, compagna, artista, scultrice. Adesso è il momento dell’amore per la cucina.
La mia amica dice che le persone ricche di talenti difficilmente faranno chiarezza sulla loro vera attitudine e grande passione… penso che abbia colto una grande verità. Le menti creative non possono essere arginate, ma semplicemente assecondate e guidate. Devono spaziare, hanno bisogno di stimoli per vivere, sempre nuovi e sempre frizzanti.
E perché dover canalizzare il tutto in un’unica strada? Chi ha detto che un architetto non possa anche essere un ottimo cuoco? Un ingegnere un bravissimo scultore? Una modella una eccezionale artista?
La mia fase di arricchimento culinario inizia da qui, con origini ben radicate nei ricordi di me bambina, degli gnocchi alla romana di mia nonna, del ragù di mia mamma e la pasta alla vongole di mio papà. Ho desiderio di assecondare questa passione, di sperimentare con il cibo, di studiare le materie prime e gli alimenti.
Parto dalle basi, parto dalle ricette di famiglia, parto con grande umiltà e tanta voglia di imparare. Parto da semplici gnocchi di patate, fatti a mano con grande amore, gustati attorno al tavolo con la mia splendida famiglia in una bellissima domenica di gennaio.
Facciamo la spesa…
1kg patate rosse
250gr farina 00
1 uovo
un pizzico di sale
Cuocete le patate con la buccia in abbondante acqua bollente. Ancora calde, sbucciatele, schiacciatele e mettetele su un piano di lavoro ben infarinato. Aggiungete la farina setacciata, il sale e infine l’uovo che avrete precedentemente sbattuto in una bacinella (sbattere l’uovo prima è utile affinché la quantità di tuorlo e albume venga distribuita uniformemente).
Continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto senza grumi e compatto, dividetelo in tante file dello spessore di 2-3 centimetri e iniziate a tagliare i vostri gnocchi riponendoli su una superficie o un vassoio infarinato.
Per riuscire ad ottenere gnocchi di qualità ricordatevi di mettere meno farina possibile, dovete gustare il sapore della patata, non potete soffocarlo abbondando con altri ingredienti! 😉
Photo | Valentina Crosetto
Location | A casa di Vale
Condividi:

2 responses to “Gnocchi di patate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *