Galateo della tavola

Ci stiamo avvicinando sempre più alla notte magica. La mia speranza è che possa nevicare, che la città venga ovattata da soffici fiocchi bianchi e che si possa odorare il profumo del freddo. Sogno un divano con una coperta a scacchi rossi e verdi, un camino scoppiettante con la legna che arde, una lunga tavola di legno, l’odore della cannella e delle mele cotte, le lucine bianche dell’albero di Natale e un gatto morbido da accarezzare. Sto attendendo la Vigilia come una bambina intrepida, pensando a tutte le candele che accenderò, alla musica e alla mia tavola di Natale. Quest’anno sarà sicuramente bianca, probabilmente con qualche tocco di un verde intenso, ma sicuramente bianca.

la tavola di Natale

Bacche, pigne e rami di pino misti a quelli di abete; viburno e assolutamente il fiore regina dell’inverno, l’elleboro. Ho creato insieme a voi, in questi appuntamenti di #tintaxmas, il centrotavola, i segnaposto e la ghirlanda con questi elementi, e oggi vorrei darvi qualche spunto su come preparare una tavola semplice ma elegante, con ogni dettaglio al posto giusto!

la tavola di Natale

Ho deciso di non utilizzare la tovaglia, anche se il Galateo dissentirebbe sicuramente, perché amo il legno naturale, soprattuto se è materiale di recupero.

Il coltello deve essere posizionato rigorosamente a destra del piatto e con la lama rivolta all’interno. Mentre la forchetta (vi consiglio di prevederne già due per praticità oltre che per eleganza) alla sinistra. Il tovagliolo invece è sempre piegato al centro del piatto oppure in fianco alla forchetta, mentre il posto dei bicchieri è esattamente sopra il coltello. Se predisponete più bicchieri, quindi acqua, vino e coppa di champagne, dovrete posizionarli immaginando una linea obliqua che dalla punta della lama del coltello va verso il centro del tavolo. Impossibile sbagliare! Per un’occasione importante come il Natale, direi quasi d’obbligo sono i sottopiatti, che vanno messi a circa 2cm, dal bordo del tavolo; nel mio caso ho utilizzato quelli di famiglia in argento, creando un contrasto di colore e luce con il bianco della porcellana e il legno del tavolo. Candele come se piovessero, assolutamente e tassativamente accese (non c’è nulla di peggio di vedere una candela senza fiamma!), un bel centrotavola originale e possibilmente con fiori veri (no a quelli pre confezionati anonimi).

Siate creativi nella decorazione della tavola, originali ed eleganti. Gli eccessi non sono mai graditi, meglio poche cose ma di buon gusto!

la tavola di NataleOra passiamo invece al comportamento… Ecco un elenco di tutto che quello va assolutamente evitato!

  • Niente mani nel piatto
  • Mai leccare la lama del coltello
  • Non si gioca con il cibo; non fate palline di mollica da far correre come biglie sulla tovaglia!
  • Non siate insaziabili, mangiate con tranquillità senza necessariamente dover ingurgitare tutto nel più breve tempo possibile. Non è una gara a chi finisce prima.
  • Il tovagliolo va posizionato sempre e solo sulle gambe (niente utilizzo in stile bambino con bavaglia!) e deve essere usato con eleganza per tamponarsi la bocca
  • Se il piatto scotta, si aspetta, e non si soffia sputazzando!
  • Gli stuzzicadenti, vi prego, toglieteli dal commercio consentito
  • I gomiti, siate gentili, non sul tavolo. Non sdraiatevi, non lasciate che la mano che non utilizza la forchetta, cada a peso morto sotto il tavolo, adagiatela ordinatamente sul tavolo. Abbiate portamento, sedetevi con eleganza e disinvoltura, composti ed educati.

Grazie di cuore per avermi seguita in questo percorso che ci ha accompagnati verso la magia del Natale…

Viviamo il mese di Dicembre con intensità, accogliamo i sogni a braccia aperte, pensiamo positivo e apriamo il cuore all’amore.


Photo: Michela Magnani | Project: #tintaxmas + #lafedeelavale | Who: Valentina Crosetto + Federica Visconti | Post correlato: Taste Of Style


Se ti sei perso gli altri DIY relativi alla magia del Natale, non ti preoccupare! Ecco tutti i link per recuperarli 😉

  • La corona di elleboro e ranuncoli di Valentina (clicca qui)
  • La corona rossa di Federica (clicca qui)
  • La ghirlanda bianca di Valentina (clicca qui)
  • La ghirlanda di bacche di Federica (clicca qui)
  • Il centrotavola bianco di Valentina (clicca qui)
  • Il centrotavola rosso di Federica (clicca qui)
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *