Filippine: Cebu e Bohol

L’isola di Cebu è la porta d’ingresso delle Visayas grazie al suo ben collegato aeroporto, situato sull’isola di Mactan.  La  città  di  Cebu  è seconda  solo  a  Manila  per  numero  di  abitanti  e  importanza.  Utile  base  di partenza  per  visitare  le  Visayas  ma  allo  stesso  tempo  fare  conoscenza  con  lo  stile  di vita  dei  filippini  che amano  le  città  caotiche  ed  effervescenti.

Qui  è  possibile  spostarsi  con  i  famosi jeepney,  il  mezzo  pubblico più  famoso  delle  Filippine,  vecchi  mezzi  militari  dell’esercito  USA,  convertiti  in  autobus,  dove  i  passeggeri siedono uno accanto all’altro su panche di legno e la fermata è a richiesta.

Cosa vedere a Bohol Filippine

Da vedere a Cebu:

  • Basilica Minore del Santo Niῆo: costruita nel 1565, ha avuto molte vicissitudine nei secoli a seguire, distrutta per ben tre volte da un incendio è stata ricostruita l’ultima volta nel 1737. E’ la chiesa principale di Cebu e meta di quotidiani pellegrinaggi.
  • Croce di Magellano: situata davanti al comune di Cebu, si dice che questo crocifisso contenga i resti di un’antica croce piantata da Magellano sul litorale della città.
  • Forte San Pedro:  conosciuto come la più piccola e più antica fortezza nelle Filippine. Si trova vicino a Plaza Independencia, nella zona del molo di Cebu City. E’ stato costruito da operai spagnoli e Cebuani come struttura di difesa militare. Il nome deriva da Miguel Lopez de Legazpi, creatore del primo insediamento spagnolo nell’arcipelago filippino.

Bohol Filippine

Bohol è  senza  dubbio  una  delle  isole  più  amate  dai  viaggiatori,  questo perché nonostante  le  sue  piccole dimensioni offre scenari naturali unici al mondo. Si può raggiungere sia con un volo interno da Manila che con  un  traghetto  dalla  vicina  isola  di  Cebu.  Il  centro  principale  è la  città  di  Tagbilaran,  dove  si  incontra  l’architettura coloniale spagnola espressa dalla St Joseph the Worker Cathedral.

Da non perdere a Bohol:

  • Escursione sul fiume Abatan: si raggiunge la cittadina di Cortes per un’escursione notturna in barca sul fiume Abatan per ammirare lo spettacolo delle lucciole che illuminano a giorno le piante di mangrovia.
  • Chocolate Hills: sono il cuore di Bohol, immerse nella sua selvaggia giungla, più di 1700 colline erbose che diventano color cioccolato durante la stagione secca (da dicembre a maggio) offrendo agli occhi di chi le osserva la straordinaria illusione di avere davanti la più grande varietà di cioccolatini al mondo.
  • Crociera sul fiume Loboc: ci si imbarca su una nave ristorante che permette di immergersi nella giungla comodamente seduti a gustare un pranzo prelibato.
  • Tarsier Sanctuary: il tarsio è un piccolo primate che può stare nel palmo di una mano, spiccare salti altissimi e ruotare la testa di quasi 360°! Si tratta di uno dei primati più longevi al mondo con i suoi 45 milioni dianni. E’ una specie a rischio estinzione e la provincia di Bohol è quella che maggiormente si impegna alla sua salvaguardia.
  • Panglao Island: per gli amanti del mare e del diving, l’isoletta di Panglao, collegata a Bohol da due ponti,offre spiagge più o meno note. Sicuramente la più conosciuta è Alona Beach, ricca di hotel, ristoranti, centri diving e locali notturni

Cosa vedere a Bohol Filippine

Guarda anche gli altri articoli sulle Filippine e scopri questa destinazione da sogno attraverso immagini e consigli:


Location: Filippine, Bohol | Project: #valeinphilippines | Photo: Katherine Alcantara | More info: Visita le Filippine

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *